È del 1851 la riproduzione batterica di Paolo Mantegazza